GROTTE DEL SOGNO

Alla scoperta delle Grotte del Sogno

 

Le Grotte del Sogno, scoperte nel del dal Cav. Ermenegildo Zanchi, sono state le prime Grotte valorizzate turisticamente in Lombardia.

Sono state infatti attrezzate per permettere le visite mediante la realizzazione di sentieri aerei interni e di una galleria per l’entrata ed una per l’uscita e dotate di adeguata illuminazione che ne metta in luce i meravigliosi scorci.

Di origine tettonica, le Grotte del Sogno sono costituite da tre pozzi paralleli, impostati su un’unica spaccatura della massa rocciosa (faglia), formatosi circa 60 milioni di anni fa (Era Mesozoica).

Durante le visite è possibile ammirare innumerevoli esemplari di sagome scultoree e di concrezioni dai colori e forme singolari, oltre che di stalattiti e stalagmiti, formatesi con il passare dei secoli.

Le Grotte sono visitabili dal mese di aprile fino a fine ottobre. 

Si consigliano scarpe da ginnastica o da trekking e un abbigliamento consono ad una temperatura di 10 gradi centigradi. 

Per prenotazioni e ulteriori informazioni chiamare il n. 034521020 o inviare una mail a info@associazioneoter.com 

Ecco qui le date di apertura di ottobre! 

 
“>

 

Come raggiungerci

Da Zogno: entrare in paese e al primo semaforo, in corrispondenza dell’Hotel Papa, girare a sinistra e proseguire dritto seguendo i cartelli segnaletici.

Da San Giovanni Bianco: entrare in San Pellegrino e al secondo semaforo, in corrispondenza dell’Hotel Papa, girare a destra e proseguire dritto seguendo i cartelli segnaletici.

Parcheggio: L’accesso alla mulattiera che porta alle Grotte del Sogno si trova in corrispondenza di un tornante, dove non c’è spazio per il parcheggio. Proseguendo in auto qualche decina di metri, è possibile lasciare la macchina all’arrivo dell’antica funicolare, ora oggetto di restauro. 

 
 
File 07-05-16, 10 43 43
 
File 07-05-16, 10 43 33

Commenti chiusi